• MVPshop

Come migliorare nel trail running


Il trail running è molto di più della classica corsa. Un allenamento non di poco conto che viene svolto all’aria aperta.


Non il semplice running che alcuni svolgono ogni giorno, ma una corsa lunga chilometri tra paesaggi unici nel loro genere. Il trail running nasce come corsa in montagna.


Con il tempo la corsa in campagna si è sosta in qualunque altra zona all’aria aperta in cui non fosse presente l’asfalto. Insomma un vero e proprio allenamento immersi nella natura.


Come ben si potrà immaginare si tratta di una tipologia di allenamento che impegna molto il fisico e proprio per questo motivo si adatta a tutti, se si riesce a trovare il proprio ritmo senza sottoporre il corpo a uno stress eccessiva.


Risulta quindi indispensabile comprendere come migliorare nel trail running. Certo, per sapere come sia possibile migliorare è indispensabile conoscere bene lo sport di cui stiamo parlando.


Se oggi sei alla ricerca di una piccola guida in merito, sappi che sei proprio nel posto giusto. Scopriamo insieme cosa è possibile fare e come.


Cos’è il trail running


Iniziamo in maniera molto semplice e cerchiamo innanzitutto di comprendere cosa sia realmente il trail running. É una vera e propria tendenza degli ultimissimi tempi.


Si corre all’aria aperta lungo dei sentirei o delle zone montane adatte a questa tipologia di attività. Certo, nasce come disciplina da svolgere in montagna, ma questo non vuol dire che si debbano limitare gli scenari in cui svolgere tale attività solo alla montagna.


Il trail running può essere svolto su terreni collinosi, pianeggiati, in alta quota, all’interno del parco cittadino, su strade forestali o strada sterrata. Insomma veramente comunque. Quello che è importante è non percorrere strade asfaltate.


Quindi in buona sostanza, possiamo affermare che la corsa trail running permette di muoversi nella natura, con una serie di vantaggi non di poco conto. Durante il trail running non si pensa a nulla, non ci si sofferma sul percorso o sulla sua lunghezza, neanche ai battiti cardiaci.


Viene messo al centro solo ed esclusivamente l’esperienza della corsa. Questo è al centro dell’attenzione. Si scelgono percorsi in cui il suolo cambia in maniera repentina. Ora la terra, poi l’erba e anche le radici.


Salite e discese si alternano in maniera non regolare. Caratteristiche che rendono il trail running uno sport in grado di stimolare contemporaneamente il corpo e lo spirito.

Gli aspetti positivi


Certo lo possiamo dire, il trail running proprio per la sua natura offre non pochi aspetti positivi. Innanzitutto sul corpo. Si tratta di un esercizio che permette di bruciare molte calorie. Cosa vuol dire questo?


Semplice che se si sta cercando un modo efficace per perdere peso il trail running è perfetto. Certo non si tratta di un allenamento facile, quindi farlo tutti i giorni non è proprio semplice come si possa pensare.


Ottimo però come allenamento da abbinare ad altre attività come ad esempio il tapis roulant, sempre corsa, ma comunque differente.


Altri benefici fisici

Innanzitutto cuore e polmoni, in grado di pompare una quantità maggiore di ossigeno e di sangue. Allenarsi in maniera costante, permette di prevenire tutte le patologie che possono interessare i due organi.


Anche le articolari possono giovare del trail running. Ebbene nonostante esse durante questa tipologia di allenamento siano sottoposte a molte sollecitazioni si rinforzano e quindi diminuisce il rischio di infortuni fastidiosi e difficili da risolvere in breve tempo.


Ma i benefici di cui si può giovare allenandosi con il trail running non si riducono al solo beneficio a livello fisico. Non sono pochi i vantaggi a livello mentale e psichico.


Il trail running come accennato in precedenza non prevede nessuna competizione. Non si corre per arrivare primi, non si corre per andare più veloce degli altri.

Si corre per il benessere del corpo e della mente. Ci si libera di tutti gli stress e di tutti i pensieri che attanagliano la testa durante la giornata.


Ecco questo è uno dei vantaggi maggiori del trail running. Quello di contrastare lo stress, di abbattere il malessere mentale che spesso gli impegni di tutti i giorni.provocano nella mente.


Ma ci sono degli svantaggi?

Chissà se questa attività fisica che sembra essere così benefica sul corpo e sulla mente ha anche degli svantaggio o degli “effetti collaterali”. In realtà potremmo dire di no.


Si tratta di uno sport che se svolto nella maniera corretta, porta su qualsiasi corpo solo ed esclusivamente vantaggi. Se ci si spinge oltre i propri limiti, ovvio che qualche rischio lo si corre.


E così arriviamo al perché bisognerebbe provare a migliorare la propria tecnica. Vedremo che per poterlo fare sarà importante imparare a fare le discese e le salite.


Con il trail running il corpo e la mente ne acquistano in salute, l’importante è evitare di spingere troppo sull’accelleratore. Quindi possiamo affermare che svantaggi nello svolgimento del trail running non ce ne sono.


Ma in fondo come potrebbe essere differente, se si tratta di lunghe passeggiate all’aria aperta? Quello che è importante è riuscire a migliorarsi allenamento dopo allenamento.


Miglioramenti che possono essere dettati anche dall’affiancare a tale attività altre tipologie di sport che siano esse cardio o non. Adesso comunque sei pronto a capire come sia possibile migliorare nel trail running.


Scopriamolo di seguito.


Come migliorare nel trail running: interveniamo sull’allenamento

Il trail running è chiaro che sia una tecnica di corsa. Ma non è certo la classica gara su strada a cui tutti siamo abituati.


Il trail running si svolge in maniera completamente diversa e forse proprio questo è ciò che negli ultimi anni ha attirato centinaia e centinaia di persone verso questo sport veramente unico nel suo genere. Fatte queste dovute premesse occorre specificare che se si vogliono ottenere dei risultati è indispensabile allenarsi in maniera completamente differente di come si farebbe per la corsa.


Insomma una corsa non corsa, che tra l’altro non ha come priorità quella di arrivare primi, ma di imparare a controllare il proprio corpo, ascoltarlo e capire quali sono i suoi limiti. Pur essendo un’attività che permette di bruciare molte calore, non si svolge per perdere peso.


Si decide di dedicarsi al trail running per poter sfruttare soprattutto i benefici a livello mentale che offre, il benessere che se ne ricava. Ma allora come ci si dovrebbe allenare per migliorare?


Il primo elemento su cui lavorare è la salita. Correre fuori strada vuol dire affrontare delle salite.


Per poterlo fare nel migliore dei modi è importante migliorare la propria tecnica in tali parti del tracciata. Quindi si migliora inserendo all’interno dei propri allenamenti delle ripetute di corsa in salita, necessarie per affinare la propria tecnica.


Semplice immaginare che si inizia il percorso di allenamento da una leggera pendenza. Si corre dunque in salita per 5 volte, mentre si scende camminando per permettere al corpo di scaricare la fatica


Un esercizio, questo che permetterà innanzitutto di migliorare la forma fisica, ma anche di acquisire fiducia in se stessi. Un allenamento che insegna anche ad affrontare suoli tecnici in tutta sicurezza.


Altri consigli utili

Questo è solo il primo dei consigli che si possono dare a chi deve migliorare la propria tecnica per il trail running. Ma non finisce certo qui.

Innanzitutto è importante non esagerare con gli allenamenti. Meglio iniziare in maniera semplice.


Poniti degli obiettivi che possono essere aumentati di settimana in settimana. Dopo aver deciso la distanza da percorrere non dimenticare che non la dovrai fare tutta di corsa, ma potrai anche alternare con lo scarico in camminata.


Non dovrai né essere particolarmente veloce, nè utilizzare la tecnica. Devi semplicemente correre.


Potresti sottoporti all’allenamento una volta a settimana e in pochi mesi accorgerti che hai aumentato il tuo ritmo senza per questo sentirti affaticato.


Altro elemento importante nello svolgimento della tua seduta di trail running è la posizione in cui si correre. Non sarà come quella che si assume in strada e per questo, potrebbe essere necessario un periodo di rodaggio.


Soprattutto quando si corre in salita, ci si inclina leggermente in avanti con il peso del corpo sulla punta dei piedi. Il movimento delle braccia non deve essere esagerato, anche se ti aiuterà a darti slancio e a migliorare l’equilibrio anche nel caso in cui il terreno risulti essere particolarmente dissestato.


Nelle parti in discesa procedi a piccoli passi, esamina il terreno di fronte a te. Passi leggeri e corti sono il segreto per superare anche le discese più ripide.

Perchè in fondo non solo le salite possono essere difficili. Ricorda che una falcata breve è più sicura di una lunga.


Non dimenticare poi di non inclinarti indietro, questo potrebbe compromettere il tuo ritmo. A risentirne saranno i quadricipiti e la tua performance.

Mantenere la postura eretta è la scelta migliore, soprattutto in discesa. Quindi per poter avere miglior prestazioni si deve agire sull’equilibrio.

I

n questo modo si correrà in maniera efficiente sui sentieri e non si temeranno i cambiamenti di terreno. Ma per poter svolgere trail running al meglio è importante anche aumentare la forza.


Questo è il motivo per cui più volte abbiamo ribadito quanto sia importante alternare trail running con altre tipologie di attività. Si consiglia quindi di svolgere esercizi pliometrici: affondi con salto, squat, box jump. Perfetti movimenti per migliorare: forza, agilità, equilibrio e potenza.


A un certo punto sarai pronto a partecipare alla tua prima gara


Nelle prime sedute di trail running è possibile sentirsi insicuri, ma con il passare del tempo si comprende quali sono i mezzi che si hanno a disposizione. Quindi ci si sentirà pronti ad affrontare una gara.


Non esiste un momento che sia quello giusto in assoluto, ma solo una serie di momenti che ti offrono il coraggio di farlo. In fondo puoi sempre provare, che poi tu vinca o meno lo scopo non è certo questo.


Ti potrai preparare con allenamento fisico, come detto fino a questo momento o psicologico. Quello che è certo è che a un certo punto ti sentirai pronto.


Un cambiamento che succederà quando:


  • Durante i tuoi allenamenti in solitaria percorri gli stessi km previsti dalla gara. Almeno ti ci sei avvicinato molto. La distanza stabilità è nelle tue corde e partecipare alla gara sarà oltremodo stimolante, che per te è veramente indispensabile. A tal proposito è utile ricordare che aumentare la distanza percorsa in maniera improvvisa può essere motivo di infortunio;

  • Controlla che il dislivello previsto per la gara sia alla tua portata. In genere si consiglia di controllare il percorso della gara e assicurati che sia molto simile a quello che hai percorso in allenamento. I tuoi muscoli devono essere pronti allo sforzo, esattamente come il tuo apparato cardiovascolare;

  • Per pensare di prender parte ad una gara è indispensabile che tu ti stia allenando in maniera costante. Devi allenarti per settimane senza alcuna pausa per dirti pronto alla gara;

  • Devi essere motivato. Si tratta di un percorso impegnativo e devi essere deciso a percorrerlo, ad ascoltare i bisogni del tuo corpo. Se metti in allenamento lo stesso impegno che metteresti in gara, allora è il momento giusto.


Come migliorare nel trail running: in conclusione


Ed eccoci in chiusura di questa nostra breve guida sul come migliorare in un’attività sportiva che negli ultimi hanno ha visto un vero e proprio momento magico. Il trail running nell’ultimo periodo ha appassionato un gran numero di soggetti.


Tra di essi c’è chi inizia ad allenarsi per la prima volta, che correva in città, chi utilizzava il tapis roulant. Insomma accontenta un po’ tutti anche se occorre prestare attenzione a come ci si approccia a questo sport.


È innanzitutto importante ricordare che non esiste competizione, si tratta di una corsa con se stessi. Ci si mette alla prova senza per questo voler primeggiare sugli altri.


Il trail running insegna quanto sia importante imparare ad ascoltare il proprio corpo, a comprendere quali siano i propri limiti senza spingersi mai oltre anzitempo. L’allenamento che porta alle gare è lento e graduale permettendo al corpo di non rischiare di farsi male.

Uno sport che fa bene al corpo e alla mente, ma che per svolgerlo ha bisogno di preparazione ed intelligenza.

20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti