• MVPshop

Tapis roulant: le 6 cose che devi conoscere



Il tapis roulant è uno degli attrezzi per il fitness più conosciuto e anche apprezzato non solo in Italia ma in tutto il mondo. Un buon sostituto della corsa all’aria aperta non sono poche le persone che decidono di acquistare un tapis roulant elettrico per potersi allenare anche quando fuori è mal tempo e piove.


Quando si dice tapis roulant nella mente della maggior parte delle persone si accende l’idea dell’allenamento in palestra. Quella schiera di tapis roulant dove le belle ragazze e gli uomini muscolosi corrono per ore e ora alla ricerca della loro migliore forma fisica.


Poi c’è anche qualche buon tempone, a cui vengono in mente le immagini dei film e cartoni animati americani, per cui il tapis roulant è l’attrezzo utilizzato da persone in sovrappeso, con la classica spugna sulla fronte nel dispettato tentativo di imitare il buon vecchio Rocky Balboa.


Insomma qualunque sia l’idea che ci si fa del tapis roulant, esso resta uno dei migliori attrezzi per rimettersi in forma e per tenere i muscoli ben allenati. E noi qui cosa ci facciamo? Ti vogliamo aiutare a conoscerlo meglio.


Cos’è il Tapis Roulant


Iniziamo cercando di conoscere il tapis roulant. Esso è sostanzialmente una piattaforma mobile che si costituisce di un nastro su cui si può o camminare o correre in base alla tipologia di allenamento a cui si decide di sottoporsi.


Il semplice movimento del tappeto verso la parte posteriore dell’attrezzo costringe l’utente a muoversi e quindi a correre secondo la velocità che è stata programmata. In genere soprattutto quando si tratta di tapis roulant elettrico, l’andamento si può regolare, proprio in base al carico che si vuole dare all’allenamento a cui ci si sottopone.


La maggior parte dei tapis roulant è dotato di un computer, o meglio di una console su cui regolare tutte le impostazioni dell’allenamento.


Per controllare quelli che invece sono i propri valori, si consiglia di utilizzare apparecchi di ultima generazione come mini computer per il fitness o i classici smart watch, i cui modelli più moderni sembra siano in grado anche di contare i peli presenti sul braccio.


Un po’ di storia



Ma perché dobbiamo accontentarci di parlare del tapis roulant solo riferendoci al presente, senza conoscerne un po’ di storia? Sembra che il tapis roulant per uso domestico, come lo conosciamo oggi sia stato ideato da William Staub un ingegnere meccanico.


Tale individuo aveva sviluppato un attrezzo dopo che aveva letto un libro: “Aerobics” del Dottor Kennet H. Cooper. In tale scritto si notava come tutti coloro che correvano per 8 minuti per almeno 5 volte a settimana, avessero una forma fisica migliore.


A quel punto Staub che evidentemente doveva perdere qualche chilo di troppo si recò di corsa ad acquistare un tapis roulant, ma si accorse che non ce ne erano in commercio a prezzi che non fossero proibitivi.


Allora tornò a casa e si disse? Sai che c’è? Adesso me lo costruisco uno io, poi lo brevetto pure e mi faccio anche un canale YouTube per pubblicizzarlo. No vabbè al tempo YouTube non esisteva di certo ma se fosse esistito il buon vecchio Staub sarebbe diventato una star correndo in diretta web.


Insomma iniziò a costruite i tapis roulant domestici nel suo stabilimento di Clifton, che poi trasferì a Little Falls nel New Jersey.


Il tapis roulant come macchinario per l’esercizio fisico era stato rilasciato nel 1913. Negli anni ’50 tale attrezzo era utilizzato per la diagnostica delle malattie cardiache e polmonari. Ne estese l’utilizzo le ricerche condotte dal dottor Kenneth H. Cooper.


Allenarsi sul tapis roulant elettrico: alcuni consigli preliminari



Quindi cos’è il tapis roulant ci sembra piuttosto chiaro adesso, allo stesso modo, è chiaro anche come è nato il moderno tapis roulant come lo conosciamo e utilizziamo noi oggi. Ma prima di andare avanti sai cosa vogliamo fare?


Vorremmo darti alcuni consigli pratici nel caso in cui tu voglia iniziare ad allenarti con il tapis roulant.


La calzatura

Quando ci si allena, qualunque sia l’attività a cui si decide di dedicarsi si deve avere l’abbigliamento adatto. Nel caso della corsa l’abbigliamento corretto inizia dalle scarpe. Allora la domanda sorge spontanea, ma per la corsa sul tapis roulant si può utilizzare la stessa calzatura che si utilizzerebbe per andare a correre al parco?


Sì, sostanzialmente vanno bene le stesse scarpe, anche se nel caso in cui si decidesse di limitare l’allenamento alla sola corsa sul tapis roulant sarebbe meglio scegliere una calzatura molto leggera, anche se ammortizza meno, non è poi così importante, in fondo non stai correndo sull’asfalto no?


Per quel che riguarda invece l’abbigliamento, è molto soggettivo, l’importante è che non sia pesante e che inoltre non sia né troppo attillato né troppo largo. Ricorda che il comfort è indispensabile per il buon allenamento.


Postura

Quando ci si allena è buona regola mantenere una posizione eretta, non gravare né sulla schiena né sul collo. Anche quando si corre sul tapis roulant elettrico occorre mantenere sempre la posizione eretta, quindi guardare sempre avanti e non voltarsi, ricorda che se ti distrai potresti essere poi vittima di uno dei prossimi video di Paperissima.


Sai cosa potresti fare? Esattamente come si fa in palestra, potresti decidere di mettere davanti a te uno specchio in modo tale che possa controllare se mantieni la giusta posizione o se ci sono errori che devono essere corretti.


Se proprio vuoi strafare, ma non è indispensabile, potresti anche richiedere di sottoporti all’analisi dell’appoggio del piede, in modo che tu possa comprendere come muoverlo al meglio e quali siano le calzature più adatte a te. Molti atleti professionisti lo fanno, certo se però devi solo perdere qualche chilo, ci sembra un po’ esagerato.