• MVPshop

Pesi per allenare braccia


I pesi per allenare braccia sono un ottimo esercizio per tutti coloro che vorrebbero braccia molto più muscolose e toniche. In realtà sono molti gli esercizi che si possono fare con i pesi, proprio per dare alle braccia un aspetto migliore.


Quello che ti serve sono solo 2 manubri, un piccolo spazio e molta costanza e pazienza nel riuscire ad organizzare gli esercizi senza forzare troppo la mano, senza spingersi oltre le proprie possibilità, rischiando anche di incappare in un qualche tipo di infortunio. I pesi da scegliere? Beh a tal proposito ti dobbiamo dire che, dovresti affidarti a degli esperti per la scelta.


Affidarti a degli esperti ti permette di acquistare i pesi giusti per la tipologia di allenamento che vuoi svolgere, ma oltre a questo ti offrirà una sorta di consulenza privata che ti permetterà di svolgere gli esercizi nel migliore dei modi. Se per te è la prima volta che ti alleni, forse qualche piccola indicazione per iniziale potrebbe esserti molto di aiuto.


Insomma, bando alle ciance e cerchiamo di comprendere come utilizzare i pesi per allenare le braccia.


Pesi per allenare braccia: allenarsi a casa

Se credevi che l’allenamento con i pesi significhi solo culturismo, sappi che ti stai sbagliando di grosso. Anzi a dire il vero sarebbe consigliabile alternare i pesi con altre tipologie di allenamento.


Il corpo, dopo un intenso allenamento con i pesi ha bisogno di scaricare la tensione accumulata a livello muscolare. Quindi alternare altre tipologie di allenamento può essere molto utile in tale prospettiva.


L’ allenamento con i pesi permette dunque di tonificare i muscoli, migliorare la postura ed andare a correggere tutti quegli squilibri che non di rado sono provocati da altre attività sportive. Utilizzare i pesi può infatti, essere molto utile per avere una silhouette più armoniosa e per lavorare sui centimetri di troppo.


Nonostante sia un allenamento piuttosto semplice, non si può certo improvvisare. Ecco per quale motivo, se non ci si vuole allenare in palestra, occorre comunque rivolgersi a degli esperti che siano in grado di dare qualche dritta, giusto per avviare l’allenamento.


Le serie, il numero di ripetizioni e i carichi da utilizzare dovrebbero essere calcolati con molta attenzione, andando anche a valutare le condizione fisiche e gli obiettivi che si vogliono raggiungere. Poter affidarsi a un esperto permette tutto questo, ma anche intervenire con delle correzioni al momento del bisogno.


Nonostante ciò, lo dobbiamo dire, allenarsi con i pesi a casa, ha non pochi vantaggi. In primo luogo il risparmio.


Per potersi allenare in palestra, si ha bisogno di sottoscrivere un abbonamento, che sia mensile o annuale, poco conta. Questo implica una spesa che in genere non è bassa, anzi, richiede un notevole investimento.


Allenarsi a casa con i pesi, vuol dire, poter scegliere pochi attrezzi, senza dover sostenere una spesa eccessiva. In genere si consiglia di valutare l’acquisto di alcuni di quelli che sono gli attrezzi più comunemente utilizzati.

  • Bilanciere

Quando si va in palestra, il bilanciere è uno dei cardini dell’allenamento. Può essere ad asta dritta che è ottimale per gli allenamenti di gambe e glutei, oppure ad asta curva, che è maggiormente indicato per un lavoro sulle braccia.


In entrambe i casi il bilanciere dovrebbe presentare un’impugnatura zigrinata che dovrebbe assicurare una presa molto più sicura. Inoltre, ogni asta ha dei ferma dischi che impediscono a questi di scivolare mentre si svolgono gli esercizi, incidente che potrebbe essere causa di dolorose problematiche.


I dischi che si utilizzano possono avere un peso che varia da 1 kg fino a 20 kg, la scelta? In base alla tipologia di allenamento.

Per chi vuole allenarsi a casa, si consiglia di scegliere i dischi gommati che non rovinino il pavimento della propria abitazione, in alternativa, l’acquisto di un tappetino gommato da porre sotto al bilanciere.

  • Manubri e kettlebell

In commercio è possibile trovare 2 tipologie di manubri, da una parte quelli con chiusura a vite o a farfalla, dall’altra i manubri in ghisa con rivestimento in vinile. Il rivestimento in vinile dei secondi permette di avere una presa estremamente salda del manubrio, con angoli piatti che non ne permettono il rotolamento.


Poi ci sono le kettlebell che sono disponibili in commercio con pesi diversi. Ottime per l’allenamento delle braccia, ma anche delle gambe.


Pesi per allenare braccia: i pesi per dimagrire


Ma i pesi sono utili per perdere peso? Sì, lo sono e sono anche in grado di modellare il corpo permettendo di perdere dei centimetri.


Perché in effetti non sono pochi coloro che credono che, gli unici esercizi che permettono di perdere peso sono quelli cardio. Ma chi lo dice che un allenamento con i pesi non sia altrettanto efficace?

Allenarsi con i pesi permette di rendere il metabolismo più efficiente nello svolgimento delle proprie funzioni. In questa maniera si bruciano un gran numero di calorie, andando ad eliminare gli strati adiposi e di riflesso aumentare il metabolismo basale.


Quello con i pesi è una tipologia di allenamento molto intenso, che non permette di sopportare carichi molto grandi, ma piuttosto viene organizzato in un circuito di allenamento total body ad altissima intensità.


Insomma, con semplici e brevi allenamenti, molto intensi, è possibile, in poco tempo, perdere peso in maniera estremamente efficace. La parte migliore dell’allenarsi con i pesi è la possibilità di allenarsi con pochi attrezzi, da scegliere in base a quelli che sono gli obiettivi da raggiungere.


Pesi per allenare braccia: gli esercizi

E adesso che ti abbiamo rimbambito di chiacchiere, è arrivato il momento di comprendere quali siano gli esercizi più efficaci per allenare le braccia con i pesi. I più comuni o comunque quelli che vengono maggiormente utilizzati da chi vuole allenare la parte superiore del corpo sono i seguenti.

  • Curl

Un esercizio che si potrebbe definire classico, soprattutto per l’allenamento delle braccia. Si inizia in posizione eretta con le gambe divaricate e leggermente flesse.

Le braccia sono ben tese e 2 pesi tra le mani. Quindi flettere le braccia assicurandosi che i gomiti siano ben fermi e poi distendere di nuovo le braccia.

Si consiglia di procedere con 3 serie da 15 ripetizioni. Tra una serie e l’altra, si consiglia di fare 30 secondi di pausa.

  • Rotazione delle spalle

In questo caso, serve una sedia. Sedersi, mantenendo i pesi in mano.

Quindi procedere alzando le braccia avendo cura di tenderle in avanti, quindi restare in posizione e ruotare i polsi verso l’esterno e poi l’interno. Anche in questo caso, si consigliano 3 serie da 15 ripetizioni.

  • Chest press